INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 
Il salento che lavora

Lunedì
20 Nov 2017

Sant' Ottavio Martire

Luna: 2 gg dopo
Luna Nuova

Per mezzo dei libri i morti insegnano ai vivi.
Meteo nel Salento: temp. 14 °C, Umid. rel. 63%, Tramontana (7.72 m/s, Vento moderato), press. 1017 hPa
 
 Home » I Comuni » Casarano » San Giovanni
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

San Giovanni

Casarano e il suo patrono

festa di san giovanni 2008

Nel Salento il culto dedicato a San Giovanni elemosiniere trova la sua massima espressione a Casarano ed a Morciano di Leuca.

Una devozione antica che si va rafforzando negli ultimi tempi.
In particolare, la deviozione per San Giovanni Elemosiniere nacque a Casarano intorno all'anno 1000 in seguito all'arrivo nel Salento dei Monaci basiliani.

Al nostro Santo vengono attribuiti diversi eventi miracolosi: la lacrimazione del 1715; lo spegnimento di un gigantesco incendio e, il 31 maggio 1842, mise fine alle piogge che flagellavano il territorio di Casarano incessantemente.

concerto bandistico

Legati a questi eventi sono le "pagnuttedhre te San Giuvanni" si tratta di piccoli pani biscottati della dimensione di una monetina che vengono benedetti durante la funzione religiosa e ne viene previsto uno per ogni famiglia. Una volta portati a casa si mettono vicino alla finestra come protezione da fulmini e temporali e si recita una preghiera.

scapeceDurante l'anno i casaranesi festeggiano San Giovanni Elemosiniere ben tre volte: il 23 gennaio, la terza domenica di maggio ed il 31 maggio per ricordare il miracolo del 1842.

Ma i festeggiamenti più importanti, la festa grande, si svolgono la terza domenica di maggio dove la suggestiva processione rappresenta uno dei momenti più sentiti e commoventi.

Le luminarie, composte da centinaia di lampadine colorate creano una scenografia emozionante, le baracche dove ancora si possono comprare i mustacciuoli (tipici biscotti della tradizione salentina) la cupeta (altro tipico dolce salentino molto simile al torrone) e la scapece (caratteristico pesce fritto con aceto, mollica di pane e zafferano) inebriano con il loro profumo le strade; poi la fiera mercato, i concerti bandistici ed i fuochi pirotecnici fanno da cornice ad uno degli eventi più importanti di Casarano.

mustaccioliLa statua, due interessanti dipinti raffiguranti la vita del Santo ed alcune reliquie (il pollice della mano destra, un dente ed una costola) sono conservate nella chiesa matrice di Casarano dedicata a lui ed alla Madonna Annunziata.

Tra i monumenti è da menzionare la colonna dedicata a San Giovanni Elemosiniere nella centralissima piazza Diaz, realizzata in stile barocco, e divenuta il simbolo della città ; fu costruita da maestranze locali nel XIX secolo. A testimoniare la devozione per il santo è la confraternita istituita nel 1914.

Ma chi era San Giovanni?

San Giovanni Elemosiniere nasce ad Amatonte, una città  dell'isola di Cipro nella metà  del VI secolo d.c.; fin da piccolo dimostrò una particolare propensione alle opere di bene verso i più poveri. Spinto dalla famiglia fu avviato agli studi e al matrimonio da cui ebbe due figli che morirono prematuramente insieme alla moglie.

In seguito a questa disgrazia, si dedica alla religione e a Dio, tanto che alla morte del Patriarca d'Alessandria d'Egitto gli fu affidata la cattedra vescovile.

Tra le sue opere è necessario citare la trasformazione della sua città  in un centro studi di virtù cristiana, la costruzione di Ospedali e case di cura e la sua continua preoccupazione per i più poveri, cui dà, giornalmente, l'elemosina.

Muore agli inizi del VII secolo ma la sua fama e la sua santità  si diffusero ben presto in tutto il mondo orientale fin ad arrivare in Europa.

Documento creato il 20/05/2008 (19:36)
Ultima modifica del 18/03/2011 (18:24)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124