INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 
Il salento che lavora

Lunedì
20 Nov 2017

Sant' Ottavio Martire

Luna: 2 gg dopo
Luna Nuova

Per mezzo dei libri i morti insegnano ai vivi.
Meteo nel Salento: temp. 14 °C, Umid. rel. 63%, Tramontana (7.72 m/s, Vento moderato), press. 1017 hPa
 
 Home » I Comuni » Casarano » Notizie generali
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Notizie generali

Notizie generali su Casarano

casarano, la chiesa matrice e torre dell'orologioOggi è una cittadina piuttosto moderna, basata sul lavoro di un certo numero di industrie e attività artigiane che gravitano attorno alla produzione di calzature; ma, nonostante ciò, vanta origini antiche, che affondano le radici nella conquista romana del Salento, terra ritenuta strategica per le mire espansionistiche di Roma verso Grecia, Epiro e Macedonia (chi non ricorda le guerre contro Pirro, re dell'Epiro,l'attuale Albania).

Dunque, dopo la conquista romana delle terre salentine, alle popolazioni locali (i Messapi) si aggiunsero quelle provenienti da Roma che cominciarono col fondare nuove città: una, fra le tante, fu appunto Casarano.

Infatti, secondo gli studiosi locali, il nome Casarano deriverebbe da un certo Cesare, un centurione romano, a cui fu assegnato questo territorio.

Dopo i romani

casarano, vicolo del centro storicoCon la caduta dell'impero romano, cominciò, come per il resto d'Italia, il saccheggio da parte di tutti coloro che, non avendo altro di meglio da fare, venivano a passare qualche giorno da noi... non certamente per turismo!

Arrivarono, quindi, i Goti, i Visigoti, popolazioni barbare in generale, i Normanni, gli Svevi, gli Angioini, i Turchi, i Veneziani, e chi più ne ha più ne metta! Tutti a contendersi questo lembo di terra, dove già le popolazioni locali stavano strette.

Addirittura, poco dopo l'anno 1000, la religione ufficiale di Casarano era quella greco-ortodossa.

Piano piano, comunque, sparì, per lasciare il posto alla religione Cattolica.

Verso il 1500, la popolazione, abbandonò il luogo originario dove era sorto il primo nucleo della cittadina per spostarsi un po' più a nord, su una vicina collina, dove, dietro la spinta di nuovi feudatari provenienti da Napoli, si cominciò a costruire la nuova cittadina: il vecchio nucleo abitativo prese il nome di Casaranello (la piccola Casarano) mentre la nuova, più grande e bella sorgeva.

In questo periodo furono costruiti i palazzi più belli che è possibile vedere ancora oggi.

Documento creato il 11/08/2004 (12:16)
Ultima modifica del 03/09/2012 (19:32)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124